⚠⚠ Fino al 30 gennaio – Sabato e Domenica ore 8 – 18 (l’apertura dell’Oratorio san Pietro Martire segue gli orari dell’Hub Vaccinale)⚠⚠

Presepio in costume sudtirolese a cura dell'Associazione Italina Amici del Presepio

Oratorio san Pietro Martire - dal 28 novembre 2021 al 9 gennaio 2022: tutti i giorni 15-19.30 

Presepe dell'Associazione Ci Vuole Un Senso

Oratorio san Pietro Martire - dal 28 novembre 2021 al 9 gennaio 2022: tutti i giorni 15-19.30

Realizzato da Mattia Bosi e Alessio Pitotti (Associazione Ci Vuole Un Senso – Rieti)

L’Associazione nasce nel 2009 dalla volontà di un gruppo di ragazzi del paesino di Poggio Fidoni e oggi opera per aggregare i giovani intorno a progetti di sport, cultura, arte ed eventi.
Il gruppo presepisti è l’iniziativa che nasce fin dal Natale del 2010 e ha portato l’Associazione a realizzare numerosi presepi di piccoli e grandi dimensioni, realizzando anche la mostra dei “Presepi in Chiesa”, raccogliendo presepi di vario genere ispirati alla tradizione popolare.

Il presepe esposto nell’edizione 2020 della Valle del Primo Presepe è stato realizzato tra ottobre e novembre 2020, nei ritagli di tempo libero, lavorando e componendo artigianalmente materiali come legno, polistirolo, cartone, carta pesta, gesso, calce, terracotta, sabbia di fiume, colla, plastica e tessuti.
Le statue ed alcuni accessori sono state acquistate da artigiani italiani ed in alcuni casi modificate e/o vestite dagli autori per adattarle al contesto.
L’ambientazione è storica nell’intenzione di ricreare uno scorcio di Betlemme al tempo della nascita di Gesù, posto in una mangiatoia tra il bue e l’asinello.
La stessa scena a cui si ispirò San Francesco a Greccio molti secoli dopo, quando nella grotta fece portare una mangiatoria e diede vita al primo presepe vivente della storia

Presepe di Roberto Scagnoli

Oratorio san Pietro Martire - dal 28 novembre 2021 al 9 gennaio 2022: tutti i giorni 15-19.30

Il presepe è stato realizzato nel 2019 da Roberto Scagnoli, presepista di Amatrice, con l’intenzione di accompagnare la Natività con scene di vita popolane. Sono infatti presenti un’osteria ed un recinto per gli ovini, senza tralasciare l’ambiente rupestre in primo piano.

Il presepe è realizzato con materiali di riciclo come il cartone per la capanna, la corteccia per gli interni ed il tetto, i rami delle piante per le staccionate.

Previous ArticleNext Article